Pubblicato il

Collezionisti di… fette di torte

Ebbene si, tra le varie cose che possono suscitare la passione dei collezionisti, ci sono anche le fette di torta. Non di torte, comuni, s’intende, ma di torte nuziali legate ad eventi che hanno fatto la storia. Poco importa se la fetta di torta ha più di 35 anni ed è (ovviamente) non commestibile. La cosa importante (forse) è poter dire: “ in qualche maniera, in quell’evento c’ero e ci sono anche io”. Dovremmo tuttavia chiedere ai collezionisti cosa si prova nel trovarsi tra le mani un dolce cui è legata l’esistenza dei vip.

Chi lo sa cosa avrà provato, infatti, l’acquirente (rimasto anonimo)  che ha acquistato, per la soma di 828 sterline (1.046 euro) dalla casa d’aste di Los Angeles Nate D Sanders, una fetta della torta nuziale del Principe Carlo e Lady Diana (nel 2012 era stato battuto all’asta per 230 sterline un toast della prima colazione di Carlo e diana dopo le nozze). Il dolce cimelio, risalente al 1981, era conservato in una scatola di presentazione bianca e argento.

Fiona Cairns Oppure al collezionista privato che, a distanza di un paio d’anni dalle nozze del Principe William e Kate, ha acquistato in un’asta a Beverly Hills, al prezzo di 2,597 dollari, una fetta della torta reale realizzata da Fiona Cairns. Tutto questo è possibile, in Inghilterra (o negli U.S.A) perché esiste la tradizione di congelare una fetta della torta nuziale fino al primo anniversario di matrimonio, o fino al battesimo del primogenito, (purché avvenga in tempi brevissimi e comunque nell’arco di un anno) occasione in cui “l’avanzo” sarà offerto agli ospiti.